Osservatorio Gibellina – Roundtrip

Osservatorio Gibellina – Roundtrip 2017-08-21T14:18:29+00:00

Project Description

La Sicilia è ancora terra di emigrazione. Ogni anno migliaia di giovani partono, diretti verso il nord Italia o l’Europa per studiare e per lavorare. Lasciano alle loro spalle il luogo in cui sono nati, dove tornano raramente. Per loro l’infanzia e l’adolescenza non sono solo un tempo passato, ma anche un luogo lontano.
Abbiamo chiesto ad alcuni giovani gibellinesi emigrati, durante un loro breve ritorno in paese, di condurci nel luogo che più li lega alla città. Esattamente quella prima immagine che viene in mente quando si pensa ad un spazio emotivo o ad una persona cara; è un’immagine ben precisa, un’immagine che c’è sempre stata, ed è lì nella nostra mente. Abbiamo chiesto a questi giovani di collocarsi dentro il riquadro del ritratto, scegliendo lo sfondo e l’inquadratura.
Le immagini sono composte e scattate insieme a loro e sono esposte proprio nei luoghi prescelti. I giovani gibellinesi emigrati tornano così ad essere metaforicamente abitanti della loro città, e la new town – città giovane – diventa un luogo della memoria, come lo furono i ruderi della vecchia Gibellina per i loro nonni.
RoundTrip è dunque un racconto partecipato e un’indagine sulla questione sociale delle migrazioni, sulla perdita di giovani energie e intelligenze che il Mezzogiorno d’Italia continua a subire. Ma è anche una mappatura dell’immaginario, una sorta di archivio mnemonico, dove i ricordi individuali si trasformano in una narrazione collettiva e diventano elemento costitutivo della città. Perché le città sono fatte non solo di strade e case e dei loro abitanti, ma anche di memoria e delle emozioni che la memoria conduce con sé.

Location

pallino1Itinerante

Il progetto nasce nell’ambito di Gibellina PhotoRoad da Alice Grassi e Arianna Catania